Avvertimenti e sanzioni in caso di ritardo per il contributo annuale 2024 revisori legali

Si ricorda a tutti i revisori legali iscritti nel registro del Ministero dell’Economia (Mef) che il termine per regolarizzare il pagamento del contributo annuale è scaduto il 31 gennaio 2024. Coloro che non hanno ancora provveduto al versamento sono invitati a farlo al più presto per evitare la sospensione dell’attività per morosità.

La Ragioneria generale dello Stato (Rgs) ha emesso un comunicato in data 8 febbraio 2024, richiamando l’attenzione degli iscritti morosi sulle disposizioni sanzionatorie dell’articolo 24-ter del Dlgs 39/2010.

I revisori in ritardo hanno un periodo di tre mesi dalla scadenza per effettuare il versamento, con la data limite fissata al 31 gennaio di ogni anno. In caso di ritardo, saranno addebitati interessi nella misura legale dal momento della scadenza del contributo fino alla data effettiva del pagamento, oltre agli oneri amministrativi connessi al recupero del credito.

L’avviso di pagamento è accessibile tramite Spid nell’area riservata del portale della revisione legale, sotto la voce “Contribuzione annuale”. Il versamento può essere effettuato attraverso il sistema Pago Pa, utilizzando gli strumenti di pagamento elettronico forniti dalla piattaforma, direttamente dal sito web della revisione legale (Area riservata) o presso intermediari autorizzati.

Ulteriori dettagli sulle modalità di pagamento sono disponibili nella sezione “Contributi annuali” dell’area riservata.

Se il pagamento non viene effettuato entro tre mesi dalla scadenza, il Mef può adottare provvedimenti in base all’articolo 24-ter del Dlgs 39/2010. Viene concesso un termine non superiore a trenta giorni per effettuare il versamento dopo i primi tre mesi di ritardo. In caso di mancato pagamento entro questo ulteriore termine, il revisore o la società di revisione saranno sospesi dal Registro.

La sospensione sarà comunicata attraverso la casella Pec indicata al Registro o in altre forme previste dall’ordinamento. In caso di un elevato numero di destinatari, il provvedimento potrà essere pubblicato integralmente o per estratto sul sito istituzionale contenente il portale informatico della revisione legale o sulla “Gazzetta Ufficiale” della Repubblica italiana.

Il Mef revoca la sospensione se l’iscritto dimostra di aver integralmente corrisposto i contributi, compresi gli interessi legali e le eventuali spese sostenute. In caso di mancato versamento anche dopo sei mesi dalla sospensione, il Mef procederà, previa comunicazione, alla cancellazione dal Registro dei revisori non in regola con il versamento annuale.

Condividi questo post


📣 Manca poco al primo appuntamento accreditato della Revisione Legale in Pratica 2024 📣 

IL CORSO DI 20 ORE CHE PERMETTE LA MATURAZIONE DI 20 CREDITI MEF CARATTERIZZANTI 

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

📣 Approfondisci la revisione legale rivolta alle nano imprese con un approccio pratico e operativo 📣 

 IL SEMINARIO SPECIALISTICO FEBBRAIO 2024 INIZIERA’ TRA:

Giorni
Ore
Minuti
Secondi