Gestione delle incertezze nel Bilancio e il ruolo del revisore

Nel contesto finanziario e contabile, il concetto di “incertezze” fa riferimento a situazioni che possono influenzare il bilancio aziendale e che sono legate a eventi futuri incerti, al di fuori del controllo degli amministratori al momento della preparazione del bilancio. Queste incertezze possono riguardare questioni come contenziosi fiscali irrisolti o dubbi sulla ricezione di risarcimenti assicurativi. In questo articolo, esploreremo come i revisori affrontano queste incertezze e il loro ruolo nel processo di revisione contabile.

L’identificazione delle situazioni incerte è una parte essenziale della revisione contabile. Il revisore deve eseguire una serie di controlli per valutare l’adeguatezza e la ragionevolezza dei trattamenti contabili adottati e delle informazioni fornite dagli amministratori. Questo processo richiede al revisore di:

  • Valutare le misure adottate: Il revisore deve esaminare le azioni intraprese o pianificate dagli amministratori per affrontare situazioni di crisi potenzialmente scaturite da eventi futuri e incerti.
  • Raccogliere prove a supporto: Alla data in cui viene emesso il giudizio sul bilancio, il revisore deve acquisire tutti gli elementi utilizzati dagli amministratori per giustificare le loro scelte e qualsiasi altra prova ritenuta necessaria in base alle circostanze specifiche.

Sulla base delle prove raccolte, il revisore può emettere vari tipi di giudizio:

  • Giudizio senza rilievi: Se il revisore ritiene che le azioni degli amministratori e i trattamenti contabili adottati siano adeguati e ragionevoli, e che le informazioni nel bilancio siano adeguate, esprimerà un giudizio positivo senza critiche.
  • Giudizio con rilievi: Se, tuttavia, il revisore ritiene che l’incertezza non sia stata adeguatamente descritta nel bilancio o che le azioni degli amministratori e i trattamenti contabili non siano condivisibili, esprimerà un giudizio con rilievi. È importante notare che questa situazione di incertezza non deve mettere in discussione l’attendibilità complessiva del bilancio.
  • Impossibilità di esprimere un giudizio: Se ci sono molte incertezze o se una di esse è così significativa da mettere in dubbio l’attendibilità generale del bilancio, il revisore dichiarerà l’impossibilità di esprimere un giudizio. Questo accade quando le azioni degli amministratori e i trattamenti contabili si basano su presupposti altamente opinabili.
  • Giudizio negativo: Se il revisore rileva una mancanza di informazioni nel bilancio, può emettere un giudizio negativo. In ogni caso, il revisore non può condizionare il giudizio in base all’eventuale verifica futura dell’evento incerto.

È importante notare che il Decreto Legislativo del 17 luglio 2016 n. 135 ha introdotto un nuovo obbligo di informativa per il revisore. Questo obbligo richiede che, dopo aver emesso il giudizio finale, il revisore dichiari eventuali incertezze significative relative a eventi o circostanze che potrebbero mettere in dubbio la capacità dell’azienda di mantenere la sua continuità aziendale. Questa dichiarazione è necessaria anche se il revisore ha emesso un giudizio positivo sul bilancio, ma intende richiamare specificamente questa incertezza gestionale.

La crisi economica generata dall’emergenza pandemica del 2020 ha aumentato la pressione sui revisori nell’effettuare verifiche più rigorose e nel formulare giudizi sul bilancio. Gli aspetti più rilevanti in questo contesto includono:

  • Voci di bilancio basate su stime: Il revisore deve condurre controlli approfonditi sulle voci di bilancio che coinvolgono stime da parte degli amministratori, poiché queste sono particolarmente suscettibili a manipolazioni al fine di migliorare il risultato finanziario.
  • Verifica della continuità aziendale: Date le condizioni attuali dei mercati finanziari, il revisore deve prestare particolare attenzione alla verifica della continuità aziendale, cioè alla capacità dell’azienda di continuare le sue operazioni nel futuro prevedibile.
  • Modifiche normative: Le aziende possono apportare modifiche normative per affrontare situazioni di crisi, e il revisore deve assicurarsi che tali modifiche siano giustificate e adeguatamente riportate nella nota integrativa del bilancio.

La gestione delle incertezze nel bilancio è fondamentale per garantire la trasparenza e l’affidabilità delle informazioni finanziarie aziendali. I revisori svolgono un ruolo cruciale nell’identificare, valutare e comunicare tali incertezze, contribuendo così a mantenere la fiducia degli investitori e delle autorità di regolamentazione nei mercati finanziari. La valutazione della continuità aziendale e la gestione delle stime contabili rappresentano aspetti critici di questo processo, soprattutto in periodi di crisi economica.


📣 Manca poco al primo appuntamento accreditato della Revisione Legale in Pratica 2024 📣 

IL CORSO DI 20 ORE CHE PERMETTE LA MATURAZIONE DI 20 CREDITI MEF CARATTERIZZANTI 

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

📣 Approfondisci la revisione legale rivolta alle nano imprese con un approccio pratico e operativo 📣 

 IL SEMINARIO SPECIALISTICO FEBBRAIO 2024 INIZIERA’ TRA:

Giorni
Ore
Minuti
Secondi