Il 2023 rivoluziona l’etica e l’indipendenza nella revisione legale dei conti: un’analisi approfondita del nuovo Codice Italiano

Il 2023 è stato un anno cruciale per la revisione legale dei conti, segnato dalla pubblicazione del “Codice dei principi di deontologia professionale, riservatezza e segreto professionale, nonché di indipendenza e obiettività dei soggetti abilitati all’esercizio dell’attività di revisione legale dei conti,” noto come Codice Italiano di Etica e Indipendenza. Questo codice, adottato con Determina del Ragioniere generale dello Stato, rappresenta un importante passo avanti nel rafforzare il ruolo del revisore come custode della trasparenza e affidabilità dell’informazione finanziaria.

L’attività del revisore legale è fondamentale per garantire un’informazione finanziaria chiara e trasparente, e il nuovo codice non solo adempie a un obbligo di legge ma contribuisce a consolidare ulteriormente il ruolo di garante del revisore tra i redattori e fruitori dei bilanci. Il documento fornisce una guida dettagliata alla lettura del nuovo codice, aiutando i revisori a individuare rapidamente le sezioni e i paragrafi chiave.

Oltre a fornire una guida interpretativa, il documento contiene proposte di carte di lavoro, basate su un lavoro precedente del CNDCEC, che possono essere utili per la preparazione di specifici incarichi di revisione legale dei conti. Il costante impegno del CNDCEC nel supportare i revisori è evidente anche dal fatto che il documento pubblicato nel 2018 è attualmente in fase di aggiornamento.

La Determina MEF-RGS-RR 127 del 23 marzo 2023 ha adottato i principi di deontologia professionale, riservatezza e segreto professionale, indipendenza e obiettività, consolidando il Codice Italiano di Etica e Indipendenza come una pietra angolare del framework normativo e regolamentare per i revisori legali dei conti.

Il Codice, elaborato da ASSIREVI, CNDCEC, INRL, MEF e CONSOB, è entrato in vigore per le revisioni legali dei bilanci dal 1° gennaio 2023, sostituendo e integrando la versione precedente del 2018. La sua adozione è obbligatoria per i revisori iscritti al registro dei revisori legali che operano ai sensi del d.lgs. 39/2010.

La struttura del Codice Italiano di Etica e Indipendenza segue da vicino quella del Codice Etico IESBA del 2018, ma contiene adattamenti e localizzazioni specifiche per il contesto normativo italiano. La pubblicazione comprende anche un’introduzione, un glossario e una guida al codice.

Il Codice si articola in parti e sezioni, con regole e linee guida che devono essere seguite per garantire l’osservanza dei principi fondamentali: integrità, obiettività, formazione e competenza professionali, riservatezza, e comportamento professionale. In caso di conflitti tra principi, il revisore può consultare diverse figure, ma resta obbligato a esercitare il proprio giudizio professionale per risolvere il conflitto.

In conclusione, il Codice Italiano di Etica e Indipendenza rappresenta un importante strumento normativo per i revisori legali dei conti, fornendo una guida chiara e dettagliata per garantire l’osservanza dei principi etici e professionali nell’esercizio delle loro responsabilità.


📣 Manca poco al primo appuntamento accreditato della Revisione Legale in Pratica 2024 📣 

IL CORSO DI 20 ORE CHE PERMETTE LA MATURAZIONE DI 20 CREDITI MEF CARATTERIZZANTI 

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

📣 Approfondisci la revisione legale rivolta alle nano imprese con un approccio pratico e operativo 📣 

 IL SEMINARIO SPECIALISTICO FEBBRAIO 2024 INIZIERA’ TRA:

Giorni
Ore
Minuti
Secondi