La nomina dell’organo di controllo nella srl: una prospettiva dettagliata

La Società a Responsabilità Limitata (Srl) rappresenta una delle forme più diffuse di organizzazione imprenditoriale, e la sua struttura organizzativa è regolata da disposizioni specifiche del Codice Civile italiano. In particolare, l’articolo 2477 del Codice Civile fornisce le linee guida relative alla nomina dell’organo di controllo all’interno di una Srl.

Il cuore della questione risiede nel primo comma dell’articolo 2477, che concede la facoltà, nelle realtà di minori dimensioni, di optare o meno per la nomina dell’organo di controllo. Se lo statuto non dispone diversamente, l’organo di controllo sarà monocratico, noto anche come “sindaco unico”. Tuttavia, è importante sottolineare che questa è una scelta discrezionale, soggetta alle regole statutarie che devono definire il funzionamento dell’organo.

Per le società di maggiori dimensioni, il secondo comma dell’articolo 2477 stabilisce criteri obbligatori per la nomina dell’organo di controllo o di un revisore legale. Tale nomina diventa un imperativo se la società è tenuta alla redazione del bilancio consolidato, controlla una società soggetta alla revisione legale dei conti o supera determinati limiti per due esercizi consecutivi. I limiti includono un totale attivo di 4 milioni di euro, ricavi di 4 milioni di euro o un numero di dipendenti pari a 20 unità.

L’obbligo di nomina cessa solo quando, per tre esercizi consecutivi, la società non supera nessuno dei suddetti limiti. Simmetricamente, l’obbligo cessa a partire dall’approvazione del bilancio relativo al terzo esercizio. Questo meccanismo mira a fornire un adattamento flessibile alle mutevoli condizioni economiche di un’impresa nel tempo.

In caso di nomina di un organo di controllo, si applicano le disposizioni del collegio sindacale previste per le Società per Azioni (Spa). Questo significa che, in situazioni in cui la società opti per un sindaco unico anziché un collegio sindacale, le regole della Spa vengono applicate. L’assemblea, in caso di superamento dei limiti, ha trenta giorni di tempo per nominare l’organo di controllo o il revisore legale. In mancanza, il tribunale può intervenire su richiesta di qualsiasi soggetto interessato o segnalazione del conservatore del registro delle imprese.

Per le società di maggiori dimensioni, il secondo comma dell’articolo 2477 stabilisce criteri obbligatori per la nomina dell’organo di controllo o di un revisore legale. Tale nomina diventa un imperativo se la società è tenuta alla redazione del bilancio consolidato, controlla una società soggetta alla revisione legale dei conti o supera determinati limiti per due esercizi consecutivi. I limiti includono un totale attivo di 4 milioni di euro, ricavi di 4 milioni di euro o un numero di dipendenti pari a 20 unità.

L’obbligo di nomina cessa solo quando, per tre esercizi consecutivi, la società non supera nessuno dei suddetti limiti. Simmetricamente, l’obbligo cessa a partire dall’approvazione del bilancio relativo al terzo esercizio. Questo meccanismo mira a fornire un adattamento flessibile alle mutevoli condizioni economiche di un’impresa nel tempo.

In caso di nomina di un organo di controllo, si applicano le disposizioni del collegio sindacale previste per le Società per Azioni (Spa). Questo significa che, in situazioni in cui la società opti per un sindaco unico anziché un collegio sindacale, le regole della Spa vengono applicate. L’assemblea, in caso di superamento dei limiti, ha trenta giorni di tempo per nominare l’organo di controllo o il revisore legale. In mancanza, il tribunale può intervenire su richiesta di qualsiasi soggetto interessato o segnalazione del conservatore del registro delle imprese.

Condividi questo post


📣 Manca poco al primo appuntamento accreditato della Revisione Legale in Pratica 2024 📣 

IL CORSO DI 20 ORE CHE PERMETTE LA MATURAZIONE DI 20 CREDITI MEF CARATTERIZZANTI 

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

📣 Approfondisci la revisione legale rivolta alle nano imprese con un approccio pratico e operativo 📣 

 IL SEMINARIO SPECIALISTICO FEBBRAIO 2024 INIZIERA’ TRA:

Giorni
Ore
Minuti
Secondi