Risolvere le incertezze: le sfide da affrontare nel trattamento dei debiti tributari durante le procedure concorsuali

Negli ultimi sedici mesi di applicazione del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, è emersa una serie di incertezze interpretative riguardo al trattamento dei debiti tributari nelle procedure concorsuali. La soluzione a queste incertezze potrebbe giungere con il decreto attuativo della legge delega per la revisione del sistema tributario (legge 9 agosto 2023, n. 111), attualmente in fase di elaborazione. In particolare, l’articolo 9, comma 1, lettera a), n. 5, ha introdotto il principio direttivo per il trattamento dei debiti tributari nell’ambito della crisi d’impresa, estendendo l’applicazione della transazione fiscale a istituti diversi dal concordato preventivo e dall’accordo di ristrutturazione dei debiti.

Una delle incertezze da affrontare riguarda il concordato preventivo in continuità, che introduce la regola della priorità relativa (Rpr). Tuttavia, l’articolo 88 presenta un conflitto con gli articoli 84 e 112, stabilendo una regola diversa per i crediti tributari sottoposti a transazione fiscale. La risoluzione di questo conflitto è essenziale, e sarebbe auspicabile affermare la prevalenza degli articoli 84 e 112 sull’articolo 88, in coerenza con la giurisprudenza esistente.

Un’altra sfida da affrontare è la questione dell’omologazione forzosa nel concordato in continuità aziendale. Attualmente, la possibilità di omologazione forzosa è controversa e potrebbe ostacolare seriamente il risanamento delle imprese in crisi. Una soluzione possibile potrebbe essere l’inserimento nel decreto attuativo di una disposizione che consenta l’omologazione forzosa, ferme restando le condizioni previste dall’articolo 112, comma 2, del Codice della crisi. Questa disposizione potrebbe prevedere che il tribunale omologhi il concordato anche in assenza di adesione da parte dell’amministrazione finanziaria o di altri enti pubblici, quando tale adesione sia determinante per raggiungere la maggioranza richiesta.

In conclusione, il decreto attuativo della legge delega per la revisione del sistema tributario rappresenta un’opportunità per risolvere le incertezze interpretative emerse durante l’applicazione del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza. La chiarezza e la coerenza normativa sono fondamentali per garantire una gestione efficace delle procedure concorsuali e favorire il recupero delle imprese in difficoltà.

Condividi questo post


📣 Manca poco al primo appuntamento accreditato della Revisione Legale in Pratica 2024 📣 

IL CORSO DI 20 ORE CHE PERMETTE LA MATURAZIONE DI 20 CREDITI MEF CARATTERIZZANTI 

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

📣 Approfondisci la revisione legale rivolta alle nano imprese con un approccio pratico e operativo 📣 

 IL SEMINARIO SPECIALISTICO FEBBRAIO 2024 INIZIERA’ TRA:

Giorni
Ore
Minuti
Secondi